Regole del Rugby – 3 – i giocatori

By
Updated: novembre 23, 2013
ruoli del rugby giocatori rugby rugbisti

La divisa

Prevede semplicemente maglia, pantaloncini, calzettoni e scarpe. Piccole ma significative differenze individuali possono incontrarsi nel numero di tacchetti dato che alcuni giocatori, per il ruolo che ricoprono, hanno bisogno di maggiore stabilità e fermezza nel terreno.
Caschetto, parastinchi e altre protezioni sono del tutto facoltative.

Giocatori in campo

Ogni squadra mette in gioco 15 giocatori e 7 riserve (salvo diverse disposizioni a livello di torneo che potrebbero concedere 1 riserva in più).

I ruoli del Rugby: panoramica

I 15 giocatori si dividono innanzitutto in 2 categorie che si rispecchiano anche sul numero della maglia:

  1. gli avanti: dal nr. 1 al nr. 8
  2. i tre quarti: dal nr. 9 al nr. 15

Gli Avanti

Rappresentano il pacchetto di mischia e si dividono a loro volta in:

  1. prima linea: nr. 1, 2 e 3
  2. seconda linea: nr. 4 e 5
  3. terza linea: nr. 6, 7 e 8

I Tre Quarti

Si dividono invece in:

  1. mediani: nr. 9 e 10
  2. centri: nr. 11 e 12
  3. ali: nr. 13 e 14
  4. estremo: nr. 15

I ruoli del Rugby: dettaglio

1PILONE SINISTRO – Compito dei 2 piloni, in prima fila in tutti i sensi, è reggere sulle proprie spalle gran parte della mischia. Ruolo di responsabilità, ma anche di qualità prettamente fisiche. Se pensate che i giocatori di rugby siano grossi, beh.. i piloni sono MOLTO grossi. Il pilone sinistro è il più tecnico dei due.

2TALLONATORE – “spalleggiato” dai piloni al suo fianco, il tallonatore contentende il pallone nella mischia chiusa

3PILONE DESTRO – Compito dei 2 piloni, in prima fila in tutti i sensi, è reggere sulle proprie spalle gran parte della mischia. Ruolo di
responsabilità, ma anche di qualità prettamente fisiche. Se pensate che i giocatori di rugby siano grossi, beh.. i piloni sono MOLTO grossi. Il pilone destro? ANCORA PIU’ GROSSO.

4SECONDA LINEA SINISTRA – In mischia spinge con la spalla sinistra sul gluteo destro del pilone sinistro, legandosi per primo all’altra seconda linea. A causa della posizione delicata che occupa in mischia ordinata, spesso indossa il caschetto protettivo. Salta per la conquista dell’ovale in touche, quindi è preferibile che sia alto più di m. 1,90.

5SECONDA LINEA DESTRA – In mischia ordinata spinge con la spalla destra sul gluteo sinistro del pilone destro e si lega con il braccio sinistro sopra quello del numero 4, per il resto valgono le stesse cose dette per l’altra seconda linea.

6TERZA LATO – In mischia ordinata spinge sul pilone sinistro, abbracciando la seconda linea sinistra. In touche può sia sollevare che saltare, mentre nel gioco aperto placca con decisione e, per le sue doti polivalenti di atleta forte e veloce, collega il gioco dei suoi compagni di reparto con quello dei “tre quarti”. Pur essendo agile, deve, comunque, pesare intorno ai 100 chilogrammi, per avere un maggiore “peso” nelle fasi di conquista della palla.

7TERZA LATO – In mischia spinge sul pilone destro, abbracciando la seconda linea destra. Per il resto valgono tutte le cose dette per l’altro flanker, tranne per il fatto che, forse, rispetto al numero 6 deve avere una maggiore propensione all’attacco.

8TERZA CENTRO – Normalmente è un giocatore alto, perché essendo l’ultimo uomo della mischia deve avere una buona visione di gioco per partire in percussione e per questo motivo dovrebbe anche essere pesante. Spinge sulle due seconde linee ed in touche spesso solleva, ma può anche saltare.

9MEDIANO DI MISCHIA – E’ il regista della squadra, introduce il pallone in mischia e deve sempre essere presente, in tutte le fasi di gioco, per smistare ai propri compagni di reparto i palloni conquistati dagli “avanti”. Normalmente è il più piccolo della squadra ed ha il baricentro basso perché deve essere rapido nel raccogliere l’ovale. Non stare mai zitto ed avere un paio di guanti logori e consumati sono due caratteristiche che lo contraddistinguono.

10MEDIANO D’APERTURA – E’ l’altro regista, attende il passaggio del numero 9 per poi cercare di andare in meta con i compagni di reparto più veloci, o calciare in drop tra i pali nei casi in cui la difesa avversaria si riveli impenetrabile. I calci piazzati sono, spesso, affidati al suo piede; quindi lo vediamo poche volte impegnato negli scontri fisici, anche perché deve essere lucido nelle importanti fasi tattiche di gioco.

11ALA SINISTRA – Presiede tutta la fascia sinistra del campo, sia in attacco che in difesa; deve essere molto veloce ed avere una buona abilità nel gioco al piede. Fisicamente non deve essere molto pesante, così da far valere le sue doti di scattista, spesso indispensabili per portare a conclusione con la meta il lavoro dei propri compagni.

12PRIMO CENTRO – Il più delle volte è preferibile che questo ruolo sia affidato ad un giocatore molto veloce, ma al tempo stesso deve anche essere il più “grosso” dei 3/4 , dato che è spesso impegnato nel placcaggio frontale degli avversari che avanzano in sfondamento.

13SECONDO CENTRO – Valgono più o meno le stesse cose dette per il primo centro, con cui deve avere un grande affiatamento per difendere ed attaccare insieme. La differenza sostanziale è che può essere di una taglia più piccolo, dato che spesso entra sull’avversario in seconda battuta con placcaggi laterali.

14ALA DESTRA – Presiede tutta la fascia destra del campo, sia in attacco che in difesa; deve essere molto veloce ed avere una buona abilità nel gioco al piede. Fisicamente non deve essere molto pesante, così da far valere le sue doti di scattista, spesso indispensabili per portare a conclusione con la meta il lavoro dei propri compagni.

15ESTREMO – E’ il regista difensivo della squadra, contrattacca o si rifugia in touche utilizzando il gioco al piede, di cui è maestro. Deve anche avere buone mani, per essere pronto nelle ricezioni della palla; tutte caratteristiche che si trovano in un giocatore solido e rassicurante per i compagni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove + 5 =