DMAX ha l’esclusiva Sei Nazioni 2014-2017

By
Updated: settembre 10, 2013
rugby su dmax sei nazioni 2014 6 nazioni 2015 six nations 2016 6 nations 2017

Grandissime novità in vista per il Rugby! Il canale DMAX Italia, del gruppo Discovery Channel, ha appena siglato l’accordo che gli concede l’esclusiva dei diritti TV per il Sei Nazioni per i prossimi 4 anni.
DMAX Italia è un canale che trasmette sul Digitale Terrestre (Canale 52) e che, quindi, porterà il grande Rugby in chiaro e in diretta al grande pubblico italiano!

E’ un vero successo per il Rugby e la diffusione della sua cultura. Da un canale giovane come DMAX che fino ad ora non ha avuto paura di sperimentare novità, c’è da aspettarsi altre iniziative legate alla palla ovale.

Ecco il comunicato stampa ufficiale di Discovery:

[notice]Milano, 10 settembre 2013 – Discovery Italia e RBS 6 Nazioni hanno siglato l’accordo per i diritti sportivi televisivi, online e mobile in esclusiva, nel nostro Paese, del prestigioso Torneo RBS 6 Nazioni per gli anni 2014-2017.
DMAX, rete maschile del network, presente sul canale 52 del digitale terrestre e disponibile anche al canale 28 di TivùSat, trasmetterà in esclusiva in chiaro e in diretta tutte le partite del Torneo sin dalla prossima edizione.

Marinella Soldi, Amministratore Delegato di Discovery Italia ha commentato “Questo accordo è un grande successo per Discovery e tutti i fan del rugby: siamo orgogliosi di accogliere l’evento dell’RBS 6 Nazioni sul nostro network. In Italia, il rugby e DMAX hanno molto in comune: sono entrambi giovani ma in decisa crescita e riflettono valori comuni di coraggio, passione, autenticità. DMAX è in grado di raccontare questo sport in modo innovativo e coinvolgente cosi com’è nello stile e nella tradizione di Discovery. Il nostro auspicio è di vederli crescere insieme grazie a nuovi fan e appassionati che DMAX riuscirà a raggiungere.”

John Feehan, Chief Executive of Six Nations Rugby Ltd, ha dichiarato: “Siamo felici di accogliere Discovery fra i nostri partner televisivi. Il nostro obiettivo è quello di ampliare la platea di appassionati del nostro sport e crediamo che la partnership con Discovery contribuirà a potenziare la popolarità del rugby in Italia.”

Alfredo Gavazzi, Presidente F.I.R. Federazione Italiana Rugby ha dichiarato: “Sono molto soddisfatto di questo nuovo accordo tra Discovery Italia e il 6 Nazioni per tre principali motivi. Ho visto, da parte di Discovery, entusiasmo, voglia di fare e di apportare idee innovative. Questa emittente porterà il rugby nelle case di un pubblico nuovo che non abbiamo mai raggiunto in precedenza ed avremo i 15 incontri del 6 Nazioni trasmessi su un canale in chiaro”.

Il debutto dell’ RBS 6 Nazioni sarà valorizzato attraverso una grande campagna promozionale e di marketing sull’intero network; numerosi programmi e diverse iniziative dedicate ai personaggi, alla storia e alla cultura del rugby, accompagneranno i tifosi e gli appassionati da dicembre a marzo in televisione, allo stadio e sul web.

Da febbraio, la trasmissione in diretta di tutte le partite dell’RBS 6 Nazioni sarà arricchita da interventi pre e post partita e interviste sul campo.

Molte anche le iniziative sul web e sui social network per far vivere l’evento anche al di fuori della televisione e oltre i tempi della competizione, grazie alla community di DMAX che conta ormai mezzo milione di individui complessivamente sui canali ufficiali di Facebook, Twitter e Youtube e altrettanti utenti unici mensili sul sito Dmax.it, con una crescita dall’inizio del 2013 di quasi il 60% su tutte le piattaforme.

DMAX si presenta come il canale ideale per la programmazione dell’RBS 6 Nazioni. Primo canale digitale più visto dal pubblico maschile 15+ e 9° canale nazionale (individui 4+), DMAX propone una programmazione stimolante e coinvolgente che soddisfa le passioni e gli interessi maschili, adatta ad un uomo giovane e moderno alla ricerca di nuovi modelli di riferimento e appassionato di sport non convenzionali.

Secondo una ricerca interna sul pubblico di DMAX, il rugby è risultato infatti il primo sport che i telespettatori vorrebbero guardare in tv.

Con questa importante operazione il gruppo Discovery, terzo editore televisivo italiano dopo Rai e Mediaset per share complessiva arrivando a superare il 7% nel periodo estivo, si conferma tra i più importanti network televisivi e aggiunge lo sport alla propria programmazione tradizionalmente dedicata al factual entertainment e recentemente arricchita da contenuti fiction & kids, a seguito della acquisizione dei canali Switchover Media.

Anche a fronte della maggior scelta di contenuti ai quali oggi si aggiunge il rugby, il portfolio di 12 canali di Discovery propone un’offerta ampia e variegata di contenuti che gli consente di essere visto ogni giorno in media da oltre 15 milioni di persone, che salgono a oltre 44 milioni in un mese (dati primo semestre 2013), per una copertura netta di oltre il 75% della popolazione italiana.

Lanciato il 10 novembre 2011, DMAX è il primo canale di factual entertainment a taglio maschile sul digitale terrestre free per crescita assoluta anno su anno in termini di share (+0,9%). Negli ultimi 4 mesi ha quasi raddoppiato gli ascolti rispetto all’omologo periodo del 2012 raggiungendo ad agosto 2013 il record di 148 mila ascoltatori nel minuto medio e l’1,9% di share sul totale popolazione.
DMAX offre un’ampia gamma di contenuti per chi vuole vedere il mondo da un’altra prospettiva e nei suoi aspetti più coinvolgenti e racconta storie vere che spingono lo spettatore a viverle in prima persona. Il palinsesto è dedicato a temi quali attualità, motori, extreme food, ink, auction, magia, current affairs pensati per soddisfare gli interessi e le passioni degli uomini.
Il pubblico del canale è composto prevalentemente da uomini (64%), giovani (il 36% ha tra i 25 e i 44 anni) e ben qualificati (45% di MA+AA).

Il Campionato RBS 6 Nazioni è il torneo di Rugby più antico e importante del mondo e uno degli eventi sportivi più spettacolari a livello intrnazionale. Dal 1883, anno in cui ha preso il via L’Home Championship disputato da 4 Nazioni, il torneo è sempre stato sinonimo di orgoglio, passione ed eccitazione, dentro e fuori dal campo. Nel 1910, la Francia è entrata a far parte del torneo quando si è tenuto il primo Campionato 5 Nazioni. La competizione è stata ulteriormente potenziata nel 2000 quando anche l’Italia ha deciso di prendere parte a ciò che è diventato il campionato RBS 6 Nazioni. La competizione si è rafforzata sempre più ed è oggi più popolare che mai e sono oltre 1 mione i tifosi che assistono alle partite. I match sono trasmessi in oltre 165 Paesi nel mondo e contano oltre 125 milioni di telespettatori nei soli territori delle 6 nazioni.

Discovery Communications – Western Europe Discovery Communications (NASDAQ: DISCA, DISCB, DISCK) è la media company leader mondiale per contenuti non fiction con oltre di 1.8 miliardi di abbonati in oltre 200 paesi. Discovery stimola I telespettatori a esplorare il mondo e a soddisfare la loro curiosità con oltre 155 networks in tutto il mondo, tra cui Discovery Channel, TLC, Animal Planet, Discovery Science e Discovery HD e anche il network statunitense nato dalla joint venture OWN: Ophra Winfrey Network, the Hub e 3net, la prima rete 24/h 3D. Discovery è anche leader nell’offerta di servizi e prodotti educational e un portfolio di servizi digitali che comprende Revision3. In Western Europe, 18 brands Discovery raggiungono 355 milioni di abbonati con programmi dedicati in 13 lingue.

Discovery Italia
In Italia, Discovery è presente dal 1997. In seguito all’acquisizione del 100% di Switchover Media operata a gennaio 2013, oggi Discovery è il terzo editore televisivo italiano per share complessiva con un portfolio di 12 canali distribuiti su diverse piattaforme: SKY (Discovery Channel/+1 e in HD, Discovery Science, Discovery Travel&Living, Animal Planet, Real Time/+1 e GXT/+1), Mediaset Premium (Discovery World) e digitale terrestre free (Real Time, DMAX, Giallo, Focus, e i canali per bambini K2 e Frisbee, questi ultimi anche in chiaro su satellite).
[/notice]

One Comment

  1. mario

    gennaio 22, 2016 at 8:15 am

    finalmente possiamo vedere in diretta le partite delle sei nazioni…. complimenti a DMAX

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 − nove =